Credo di aver pianto almeno due ore prima di scrivere quello che vorrei dire da tanto, tantissimo tempo. Per molti di voi io sono quella di “Uomini e Donne”, per altri sono quella che mette musica, per altri ancora sono quella che si è ammalata di anoressia, per altri ancora sono quella tutta tatuata dai capelli colorati. Ed è vero. Sono tutte queste persone qui, senza filtro, senza sfumature, senza difese. Nei miei 25 anni ho visto e fatto tantissime cose. Mi sono sempre misurata con una parte di me perfezionista, rigida e senza alcuna emozione, che mi ha sempre fatto una paura bestiale, che mi ha dato la spinta per spingere sempre più in alto, a non accontentarmi mai, che mi ha portato a prendermi tutto quello che volevo, e che dovevo. Per 4 anni ho permesso che questo lato di me prendesse il sopravvento sulla Valentina che in realtà sono. Emotiva, passionale, creativa, fragile, entusiasta della vita e di quello che mi ha dato. Ho permesso che comandasse lei la mia vita, mettendo davanti la perfezione alla mia felicità personale. Ho permesso che ogni mio successo personale fosse dovuto e non goduto, cercando una perfezione che non arrivava mai e che non mi soddisfava mai. Ho permesso che ogni mia fatica dovesse essere quello che dovevo fare e basta, senza lodarmi mai per quello che avevo fatto… senza mai riconoscermelo. Perché nessuno mi ha mai ascoltato davvero. Nessuno mi ha davvero mai preso sul serio, finché non ho iniziato a farlo anche io con me stessa. E così eccoci qui, nel giorno del mio 25esimo compleanno, a darmi voce, a permettermi di scrivervi quello che c’è dietro alla mia ingombrante presenza. Chi conosce la mia storia sa che sono stata per 8 lunghi mesi in un ricovero per disturbi alimentari, un luogo che mi ha dato tanto, che mi ha fatto analizzare ogni dettaglio con cura, che mi ha salvato la vita, e che mi ha insegnato a spiccare il volo, insegnandomi il vero significato della parola LIBERTA’. Ho sempre sognato di potermi raccontare davvero, e ora, aprendo questo blog, ho anch’ io la mia occasione di raccontarvi una lunga storia, fatta di gioie e di dolori, di conquiste e di fallimenti, la mia storia…nella speranza che possiate trovare un “posto sicuro” dove appendervi quando tutto sembrerà insuperabile.

Questo articolo è guidato da “Red Hot Chili Peppers – Californication LIVE Slane Castle 2003”