Author: Valetina Dallari

Dite quello he volete ma non è tornato niente alla normalità. E’ mezzanotte e mi ritrovo, ancora una volta, sul mio sgabello, davanti allo stesso pc, l’unica cosa che mi ha tenuto in contatto con voi negli ultimi 5 mesi. Scrivo mentre non ascolto alcuna...

Sogno di essere legata. Sono sdraiata sul pavimento, immobile, con le braccia dietro alla schiena, le gambe unite, mentre persone che conosco mi fotografano, mi riprendono, mi insultano. Mi deridono.  Non provo paura, penso solo a come liberarmi. In ogni sogno, come nella vita reale, so di...

Sono una persona nuova. Di nuovo. Tipico di me. Gioco e poi rovescio la scacchiera. Ricomincio da capo. Come la torre, la mia carta. Mi ha sempre affascinato l’idea di ricostruire. Ancora e ancora e ancora. Finché non ce la faccio più. Finché non sento...

“Le mie vite”     Sono nata nel buio, nel freddo e nella neve. Sono nata dalla Luna, gridando anche per lei. Cullata dalle ombre, baciata dal fato, nutrita dal sangue.   Sono nata dalla paura, oscura e solida. Sono nata dal pianto, bagnandomi per lui. Graffiata dalla sorte, bruciata dalle lacrime, calciata dall’amore.   Sono nata dalla musica, eclettica e impalpabile. Sono nata...

Ogni mattina, ogni volta che apro gli occhi, ogni notte, ogni volta che voglio dormire,  ogni ora. Ogni volta che non ti voglio pensare  tu sei li. Non te ne vai mai, mi cammini accanto,  mi guardi sempre.  Anche quando non ti voglio parlare,  mi respiri nell’orecchio.     Ogni volta che voglio stare a letto, tu mi dici di...

Mi sono chiesta a lungo che tipo di mostro avrei affrontato durante questa quarantena.  E’ un dato di fatto. Quando non puoi uscire inizi a pensare a tutto. Ma per bene. Senza distrazioni, perché semplicemente non le hai. Pensare a 360 gradi. Valutare tutto, capire come...

Sono andata in spiaggia stamattina. Era da tanto che volevo andarci. A volte mi chiedono perché proprio Rimini… Rispondo sempre allo stesso modo: cosa c’è più bello del mare ? l’odore, il rumore… è uno scenario così malinconico quanto bellissimo. Un po’ come me. Il vento...

Avevo 16 anni. Ero bella matta ma neanche lei era da meno. Ci siamo conosciute in discoteca, dove altrimenti ? Se ripenso a quegli anni sento un filo di nostalgia. Vi ricordate le prime uscite, i primi amori, le prime sbronze, le prime volte, i...

Non mi sono mai piaciuta. Ma quando dico mai intendo mai. Mamma mi ricorda sempre il mio volermi cancellare dalle foto con la penna. Dice sempre che la inquietava moltissimo vedermelo fare. Non ricordo il motivo, ma a volte lo sfondo era troppo bello per...

Iscriviti alla Newsletter